Blog: http://QuartaDimensione.ilcannocchiale.it

Tela di Ragno

Tela di Ragno,


tela di ragno avvelenato,

senza cibo

il deserto ci chiama,

alla scoperta delle ombre della notte,

la notte delle anime perdute,

perduti,

lo spazio tempo ci incatena,

benedetta redenzione

questa tela di ragno,

mi nutro di solo veleno,

nero veleno,

dalla vita alla morte,

gaia morte,

compagnie scomparse,

dalla morte sconfiggi la morte,

ti nutri di essa,

assaporandone l'amaro gusto,

attaccàti alla vita,

alle gioie ai dolori materiali,

che oggi distruggiamo,

abbracciando la fine,

aspettando il nuovo inizio.


Andata più ritorno,

sconfitta l'evanescenza di cio' che puoi toccare,

ecco che rinasciamo nel puro spirito,

luce suprema vera guida,

in quell'astro nascente che tutto comprende,

in un solo istante,

siamo esseri nuovi,

esseri pulsanti di sola luce,

viviamo nelle stelle,

brilliamo nell'oscurità profonda,

doniamo a chi necessita,

risvegliamo i dormienti,

attendiamo imperanti,

spazi, respiri e tempi.


Siamo spirali ascendenti.


Sergio 018
Alive'n Rome





Pubblicato il 6/6/2018 alle 19.54 nella rubrica Flussi Di Coscienza.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web