Blog: http://QuartaDimensione.ilcannocchiale.it

Triste


Triste notte senza te.


Vedo .

Ora.

Niente.

C’è.


La promessa in un affanno

Promemoria ricordato

Di fascicolo che avverte

Con distorta umanità.

 

Malattia che presto invade

L’opportuna  che diviene

Minerale or più sottile

Di quadrata iniquità.

 

Blocco blocco, poca risoluzione, di qui la frustrazione,

catene secondarie che divengono dinanzi a noi,

noi che manchiamo però il bersaglio, confidando in moderna ragione,

persi e dispersi fuori da noi stessi,

senza comunicazione,

ci vorrebbe un po di vita animale,

sopravvivenza acuta per ridestare i vostri cuori pigri e addormentati.

Vivi dei tuoi riti mancati, e mancanti…

Ma in fondo che ne so io..

Vivida generalizzazione mancata di volontà negata.

Meritalo. Sempre.

 

Thè notturno

Voglia di te.

 

Silenzio.

 

Di vivido segnale,

concetto di  beltà.

Tua mimica ideale,

disastro in qualità.


Sergio 010

Live'n Rome


Pubblicato il 14/3/2011 alle 8.18 nella rubrica Flussi Di Coscienza.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web